Tag Archives: r170

SLK, schema tecnico R170

Lo schema tecnico della Mercedes SLK R170, con le dimensioni della vettura.

SLK AMG, R170 – R171 – R172

amg_r171

Nel 2001, in occasione del piccolo restyling che coinvolse anche la Classe C da cui derivava, anche i modelli vennero variati con l’introduzione di motorizzazioni di cilindrata maggiorata e anche in configurazione 6 cilindri a V. Con quest’ultima configurazione venne presentata anche una versione speciale preparata dal reparto AMG ulteriormente potenziata.

Mercedes SLK R172

10151368_10203657279340375_3502954781948401075_nL’attuale versione della SLK con numero di progetto R172 è stata presentata nel 2011 ed esteticamente rappresenta una notevole svolta. L’anteriore riprende le linee della SLS AMG, così come gli interni, mentre la linea segue il design degli ultimi modelli proposti dalla casa. Il tetto rimane rigido e viene proposto in due versioni: “classica” o con vetro opacizzato elettronicamente. Le motorizzazioni (200 e 250) entrambe con cilindrata 1796 cm³ adottano la sovralimentazione mediante turbocompressore e non più con compressore volumetrico come la precedente versione R171.

Mercedes SLK R171

260px-Mercedes_SLK_200_Kompressor_Facelift_frontLa nuova versione della SLK con numero di progetto R171 è stata presentata nel 2004 ed esteticamente si differenzia dalla precedente soprattutto nella parte anteriore dove, con una pronunciata protuberanza centrale nel cofano, si è voluto in qualche modo ricordare l’apparenza delle Formula 1 schierate nel campionato mondiale con la scuderia McLaren. Anche l’impianto di apertura e chiusura del tetto è stato aggiornato, e viene dichiarato che il movimento completo avviene in soli 22 secondi. Anche le motorizzazioni sono state cambiate e alcune volte, al contrario della sede precedente e pur mantenendo le stesse denominazioni, i numeri che le distinguono non corrispondono in effetti alle cilindrate dei propulsori montati.

Mercedes SLK R170

mercedes-slk-r170_21

La prima versione deriva, per la meccanica e la telaistica, dalla Classe C, modello medio nella gamma della casa tedesca, a differenza della sua sorella maggiore, la Classe SL derivante a sua volta dalla serie di berline di maggior prestigio, la Classe S.

Sul mercato cercava di inserirsi nello spazio fino ad allora occupato da altre vetture tedesche come la Porsche Boxster e la BMW Z3, Dallo stesso telaio della R170 il gruppo DaimlerChrysler presentò anche un altro modello, immesso sul mercato nel momento in cui la vecchia serie della SLK ne usciva, con il nome di Chrysler Crossfire.