Pebble Beach Concours d’Elegance, Mercedes-Benz Classic in California

Mercedes-Benz Classic porta due gioielli di automobili in California: Nel prestigioso Pebble Beach Concours d’Elegance il 20 Agosto 2017 con la restaurata 300 SL Roadster (W 198) del 1958 ed un Mercedes-Simplex 40 del 1903, un veicolo eccezionale che rappresenta la nascita dell’automobile moderna. Le automobili più belle in assoluto di tutto il mondo si potranno vedere al 18 buche del campo da golf di Pebble Beach, una tenuta sulla penisola tra Monterey e Carmel-by-the-Sea, in California. Nel concorso di bellezza automobilistica, circa 200 veicoli classici sfileranno sotto l’occhio critico dei giudici.

Pebble Beach 2017:
Le vetture di Mercedes-Benz Classic

Il nome Mercedes Simplex identifica una famiglia di autovetture di lusso prodotta dalla fine del 1901 al 1909 dalla Casa automobilistica tedesca Daimler per essere inserita nella gamma Mercedes. La gamma Simplex si è articolata in ben sei modelli, tutti di elevata cilindrata e di fascia di lusso. In comune a tutti i modelli vi era il tipo di telaio utilizzato, in lamiera d’acciaio stampata con sezione ad U, soluzione peraltro condivisa anche con la 35PS. Altre caratteristiche comuni ed ereditate dalla 35PS erano il sistema frenante di tipo meccanico, che agiva sull’albero di trasmissione ed il tipo di motore, diverso per cilindrata da un modello all’altro, ma simile nell’architettura. Tali motori erano infatti tutti dei 4 cilindri in linea, consistenti in due semiblocchi bicilindrici fusi separatamente ed allineati fra loro. Tali motori derivavano anch’essi dall’unità da 5.9 litri montata sulla 35PS. La distribuzione era a doppio asse a camme laterale, uno per ogni lato del motore, con valvole di aspirazione in testa e valvole di scarico laterali. Il cambio era a 4 marce. La Mercedes 35PS, prodotta per quasi tutto il 1901, ha saputo conquistare la clientela ed il cuore di molti appassionati di corse automobilistiche, grazie alla sua classe ed alle vittorie ottenute in gara. Per questo, già alcuni mesi prima della fine di quello stesso anno, Emil Jellinek, oramai un validissimo consulente presso la Casa tedesca, propose una complessa evoluzione della 35PS. Complessa non tanto nelle novità tecniche, quanto nel fatto che la nuova vettura avrebbe dovuto avere una sua gamma intera. Tale gamma nella mente di Jellinek avrebbe dovuto essere ramificata in più modelli ed in più livelli di cilindrata, tutti però accessibili solo a persone molto facoltose. Inoltre, al pari della 35PS, la vettura avrebbe dovuto essere impiegata anche nelle competizioni.
La Daimler Motoren Gesellschaft, proprietaria del giovanissimo marchio Mercedes vide di buon occhio la proposta e cominciò con i lavori, che avrebbero portato alla creazione della gamma Simplex.

Dati tecnici del Mercedes-Simplex 40 CV
Periodo di produzione: 1902-1905
Cilindro: 4 / Serie
Cilindrata: 6785 cc
Potenza: 29 kW (40 CV) a 1050 / min
Velocità massima: 75 km / h

Mercedes-Benz 300 SL Roadster (W 198, 1957-1963)

la 300 SL Roadster (W198 II) si differenziava dalla precedente coupé per molti aspetti. Il più evidente era chiaramente la differente configurazione di carrozzeria, stavolta con portiere ad apertura tradizionale, rese possibili da un’adeguata rivisitazione al telaio a traliccio tubolare, privato di parte dei tubi della linea di cintura ed irrobustito per compensazione mediante tubi posti tra la zona del tunnel della trasmissione e la parte relativa alla coda, onde mantenere la rigidità torsionale nonostante l’assenza del tetto. Esteticamente, la roadster propone anche un frontale dove spiccano i nuovi fari anteriori a sviluppo verticale che contribuiscono a distinguerla nettamente dalla più piccola 190 SL.
Novità se ne ebbero anche dal punto di vista tecnico: il motore beneficiò di un nuovo asse a camme, più spinto, in modo da portare la potenza massima a 225 CV. Nuove soluzioni anche nel retrotreno, dotato di un mollone trasversale di compensazione delle spinte laterali, in modo da sopperire ai difetti del retrotreno utilizzato sulla coupé.
Nel 1958, per la 300 SL Roadster viene messo a disposizione, con sovrapprezzo, l’hard-top. Nel 1961, vi furono altre consistenti novità, costituite dal nuovo motore M198 III con monoblocco in lega di alluminio, dai freni a disco e dalla nuova scatola dello sterzo.
Le prestazioni rimasero considerevoli, anche se leggermente inferiori. A seconda del rapporto al ponte, la velocità massima era compresa tra i 215 ed i 250 km/h.
La produzione della 300 SL Roadster cessò nel 1963. L’eredità di questa vettura sarà parzialmente raccolta dalla gamma W113, che sostituirà anche e soprattutto la sorella 190 SL. Ma oggigiorno vi sono discordanze su ciò, perché c’è anche chi sostiene che di fatto la prima vettura della Casa in grado di sostituire degnamente la 300 SL sia arrivata solo 40 anni dopo, quando è stata lanciata la SLR McLaren. Infatti, la gamma W113 si pose a metà strada tra i due modelli precedenti, perché più prestante ed esclusiva della 190 SL, ma mai come la 300 SL.

Dati tecnici della Mercedes-Benz 300 SL Roadster

periodo di produzione: 1957-1963
cilindro: 6 / serie
Cilindrata: 2.996 cc
Potenza: 158 kW (215 hp)
Velocità massima: fino a 242 chilometri all’ora

Photo courtesy by Daimler-Benz Media office press

Text courtesy by wikipedia and media office press Daimerl-Benz (Germany)

Lascia un commento