Mercedes, 1888: fu Bertha Benz la prima a testare il prototipo del marito Carl

La prima Mercedes, una Patent-Motorwagen modello III, fu testata da Bertha Benz, moglie del fondatore Carl Benz, nel 1888, la quale decise di andare a trovare la madre prendendo di nascosto il prototipo di auto, sul quale il marito Carl lavorava da anni. Bertha decise quindi di partire da Mannheim ed andare a Pforzheim per un totale di 106 kilometri che, al giorno d’oggi, abbiamo anche ciclisti raggiungono chilometraggi più ampi; però a quel tempo, per una 4 ruote, era impensabile un simile tragitto, d’altronde non esistevano i benzinai e men che meno i segnali stradali.

Eppure la coraggiosa Bertha Benz iniziò il viaggio che fu proprio una vera e propria avventura perché, durante il percorso, dovette fermarsi diverse volte, per risolvere con il suo ingegno innumerevoli contrattempi meccanici.

Il primo fu quello di chiedere ad un ciabattino di creare un rivestimento di pelle per le pastiglie dei freni.

Poi fu la volta della sua giarrettiera, per isolare un cavo di accensione che si era logorato.

Quando arrivò il momento di ricaricare il carburante, fece rifornimento in una farmacia, dove comprò la ligroina, un estratto del petrolio utilizzato anche in campo medico.

Lady Benz riuscì ad arrivare davanti al portone di casa della madre scoprendo, però, che nel frattempo era uscita per fare la spesa. Decise allora di inviare un telegramma a Carl, informandolo dell’impresa che aveva appena compiuto.

Lord Benz capì che, grazie alla sua amata moglie Bertha, sapeva quali modifiche apportare al prototipo.

Quindi, grazie a Lady Benz, Carl iniziò e produsse le Mercedes, quelle che oggi vediamo sulle strade di tutto il mondo, nella meravigliosa livrea e con tecnologie avanzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.