I biocarburanti emettono piu’ CO2 che la benzina e il diesel

biocombustibles

I biocarburanti sono sempre di piu’ presi di mira in virtu’ dei loro perversi effetti: deforestazione, scomparsa delle colture alimentari, aumenti dei prezzi delle derrate alimentari… ma anche emissioni di gas ad effetto serra.

Uno studio della Ong europea Transport&Environnement (T&E), pubblicato lo scorso 25 aprile, stima che i biocarburanti, ben lungi dall’essere virtuosi per il clima, emettono di fatto piu’ gas ad effetto serra che non i combustibili fossili (benzina e diesel).

L’associazione fa riferimento ad un vasto studio fatto fare dalla Commissione europea e pubblicato a marzo che presenta un nuovo bilancio degli impatti dei biocarburanti, in termini di emissioni e di superfici coltivabili, in prospettiva del 2020.

A questa data, in Europa, il 5% del biodisel sara’ mediamente incluso in 1 litro di diesel. Ora, secondo lo studio, 1 litro di biodiesel emette l’80% di gas ad effetto serra, piu’ che un litro di diesel.

Risultati: il biodisel causera’ un aumento del 4% di emissioni di gas ad effetto serra (GES) rispetto allo scenario di un diesel puro. Sarebbe l’equivalente, secondo T&E, di 12 milioni di vetture in piu’ sulle strade europee.

Questo aumento di emissioni cade al 3,5% per tutti i biocarburanti mescolati (biodiesel e bioetanolo), dopo che il bioetanolo permetterebbe, per suo conto, di ridurre dello 0,5% le emissioni di GES rispetto al carburante.
Piu’ in dettaglio, il litro di biodiesel emesso dalla colza rappresenta l’1,2 volte in piu’ di emissioni rispetto al litro di diesel; quello di soia, due volte in piu’ di emissioni, e quello dell’olio di palma, tre volte di piu’.

Ora, queste tre coltivazioni rappresentano, secondo lo studio della commissione europea, due terzi dei biocarburanti in Ue da oggi al 2020.

ADUC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.