Gran Bretagna, Stonehenge: lo enigmatico monumento neolitico

stonehange_gb

L’enigmatico monumento neolitico della Gran Bretagna è stato costruito per migliorare il passaggio della luce solare attraverso il cerchio di pietre a mezza estate e metà inverno. I due solstizi attirano migliaia di visitatori a Stonehenge, che risale a circa 5.000 anni fa. Le pietre a nord-est sono state accuratamente lavorate per essere più liscie e più ordinate rispetto alle altre colonne. Le pietre alte sono state trasportate dalla distanza di circa 400 km dal sito circa nel 2.100 aC. Gli archeologi sono ancora perplessi su come le pietre, che pesano fino a 45 tonnellate, siano state adattate per stare in piedi. Lo ha dimostrato la ricerca di English Heritage.

Il sito dei megalitici è situato in posizione isolata a 13 chilometri a nord ovest di Salisbury nello Wiltshire, a ovest di Amesbury, tra le trafficate strade attuali della A303 e A344. Stonehenge è un Patrimonio dell’Umanità di oltre 2000 ettari ed è uno più importanti reperti del Neolitico e dell’Età del Bronzo poiché contiene circa 200 monumenti.

Stonehenge è di proprietà della nazione UK, ed è amministrata da English Heritage.

Il National Trust ha aperto circa 260 ettari della sua terra agli escursionisti in modo che possano accedere ad alcuni dei monumenti intorno alla zona.

Diverse escursioni a piedi consigliate sono disponibili sul suo sito web (http://www.nationaltrust.org.uk/stonehengelandscape), e i cani sono i benvenuti, purché siano tenuti sotto controllo.

I visitatori hanno la possibilità di parcheggio a Stonehenge, Woodhenge, o Amesbury.

fonte

stonehange_map