Dieter Zetsche, Presidente DaimlerAg sino al 2016?

dieter_zietsche

Dieter Zetsche (nato il 5 maggio 1953 a Istanbul , in Turchia ) è un tedesco uomo d’affari e il Presidente del Consiglio di Amministrazione di Daimler AG e Responsabile di Mercedes-Benz Cars dal 2006, nonché membro del Consiglio di Amministrazione della società dal 1998.

E ‘nato mentre suo padre, Herbert Zetsche, un ingegnere civile, è stato temporaneamente in Turchia per un progetto di costruzione della diga. La famiglia tornò in Germania nel 1956. Dieter Zetsche frequentato la scuola a Oberursel (nei pressi di Francoforte sul Meno ) ha studiato ingegneria elettrica 1971-1976 presso l’ Università di Karlsruhe ; si è laureato come ingegnere. Ha completato il suo dottorato in ingegneria nel 1982 presso l’ Università di Paderborn .

È entrato in Daimler-Benz nel 1976, lavora nel dipartimento di ricerca. Nel 1981, diventa assistente Development Manager della Business Unit Vehicles. E ‘diventato un membro del Consiglio di Amministrazione della DaimlerChrysler of Management nel 1998 ed è stato il Presidente / CEO di Chrysler Group dalla metà del 2000 al 31 Dicembre 2005, dove è stato accreditato con una svolta di operazioni americane di DCX. Dal 1 gennaio 2006, è riuscito Jürgen Schrempp Presidente del DaimlerChrysler (ora Daimler AG), essendo riusciti nella posizione di Amministratore Delegato di Chrysler Group da Thomas W. LaSorda .

Era l’influenza principale dietro la scissione di Daimler e Chrysler nel 2007, che si concluse con la nuova formazione Daimler AG .

Dieter Zetsche ha il merito di aver portato significativi cambiamenti fondamentali alla società Mercedes-Benz, nel tentativo di girare intorno una lunga spirale discendente dal decennio in qualità del prodotto e la soddisfazione del cliente. E ‘stato nominato in Time Magazine ‘ per essere tra le 100 persone più influenti del 2006.

Fonte: Wikipedia

papa_francesco_presidente_daimlerag_germania_mercedesroadsterit

Shortlink:

Condividi nei Social Net

Bookmark and Share
Posted by on 24 luglio 2015. Filed under ARCHIVIO, ATTUALITA'. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.