[Inchiesta giornalistica] Dal SLK Club Italia, sono nati altri club…ma niente di nuovo sotto il sole!

Correva l’anno 1994 e, davanti ad una sinuosa livrea del prototipo SLK, nacque il primo ed unico registro italiano, nel mondo, dedicato alla roadster. Da quel momento in poi sono avvenuti vari incontri fra proprietari e alcuni raduni. Nel contempo c’era chi, all’interno del registro italiano, che negli anni 2000 arrivò a 450 slk iscritte nel registro, aveva ben altri progetti, tant’è che ecco spuntare il SLK Mania, poi il SLK tuning, il SLK Passion, il SLK Friend’s, ecc.

Insomma una miriade di club dai nomi fantasiosi, ma alla fine tutto era sempre simile alla formula: iscrizione, organizzazione incontri, servizi dai concessionari, gagedts vari, premi, ecc.

Il registro Italiano SLK, invece, è nato per catalogare le slk immatricolate in Italia per poi dare  dei servizi specifici in collaborazione con Mercedes-Benz. Il primo problema è che siamo in Italia, quindi si crea un progetto, ma se non si trova il soggetto adatto nell’azienda X o Y, esso si ferma oppure va avanti con sacrifici vari. Questo è ciò che è accaduto al SLK Club Italia!

Detto quanto sopra parliamo dei club “copia” simili al SLK CLub Italia.

Partiamo con il SLK Tuning, creato da un soggetto X che, nel suo sito web aveva inserito una descrizione calunniatoria “Dalle derive padronali di un toscano, nasce il SLK Tuning”. Ma perché campeggiava in quel sito web questa frase ? Da dove nasceva il livore? Il tutto nasce dopo qualche raduno, organizzato sempre dal SLK Club Italia; in uno di questi si scopre che un socio vende dei congegni  elettronici da lui fabbricati per l’apertura/chiusura a distanza del tettuccio apribile della SLK. Gli viene chiesto di fare una convenzione, ma non c’è proseguo a tale accordo. Ecco che, dopo pochi mesi, nasce il SLK Tuning!

Il secondo Club SLK, sorge anch’esso dopo una serie di raduni e incontri, uno di questi anche in presenza del nostro consulente legale. Il nuovo fondatore è un promettente imprenditore, provider italiano, di Milano. Il Club si identifica in SLKMania. Codesto fondatore era vicepresidente del SLK CLub Italia. Quindi un secondo club slk, anch’esso nato come copia, per fare le medesime cose del club slk italia.

Il terzo club si identifica in SLK Passion; il fondatore è un meccanico che lavora presso una concessionaria italiana Mercedes del Centro-Nord. I proseliti sono quindi i clienti della stessa azienda, ma riesce a farne altri in breve tempo. Un suo gruppo su Facebook raggiungerà i 700 contatti in pochi mesi. Ovviamente anche codesto soggetto, per riuscire a far tutto ciò, sfodera il suo fascino calunniatorio nei confronti, ovviamente di uno dei fondatori del Registro Italiano SLK, scrivendo (si avete letto bene) le peggio nefandezze. A quel punto, fu deciso quindi di prendere tutta la documentazione e spedirla al titolare della concessionaria, il quale, gentilmente si scusò e riprese il suo zelante dipendente, insolente, bugiardo e immaturo. Gli fu salvato il lavoro di meccanico perché poi il Registro Italiano SLK, in accordo con il titolare della concessionaria, decisero insieme di non procedere con la denuncia alla competente autorità giudiziaria.

Nel 2013 spunta un quarto club/gruppo SLK, questa volta su facebook. E’ la volta di SLK Friend’S. Dietro ci sono due tizi, anch’essi ex soci del SLK Club Italia. Fanno proseliti con la calunnia verso i fondatori del registro. Ormai la calunnia è una abitudine di coloro che, in modo infantile, cercano di avere iscritti ai loro club. Svolgono un raduno in Umbria, uno nel Lazio e poi svaniscono nel nulla.

E veniamo ai tempi più recenti, ovvero il 2014. In segreteria del SLK Club Italia arriva una mail. E’ di un ragazzo di vent’anni poco più, residente in Toscana a Massa Carrara. Si propone di organizzare un raduno di SLK per conto del Registro Italiano. Gli viene concesso di svolgere il tutto con il beneplacito dei fondatori, compreso l’utilizzo del marchio. La segreteria del registro italiano SLK fornisce il supporto dell’ufficio stampa, promuove l’evento nei vari gruppi, anche all’estero. Le locandine come le lettere vengono approvate di volta in volta dai fondatori del registro italiano SLK, fra essi c’è anche un dirigente Mercedes (in pensione). Viene impiegato tempo e, quindi soldi, per far in modo che il raduno diventi realtà. Al raduno del 17&18 Maggio 2014 si iscrivono sette SLK! Una vera e propria delusione, considerando che è stato interpellato il Sindaco del luogo X, la concessionaria Mercedes del luogo Y, gli sponsor, ecc. L’incontro avviene comunque e…in questa occasione alcuni dei partecipanti calunniano uno dei fondatori del registro italiano slk, scrivendo che la sua assenza non doveva esserci, ma, d’altronde era stato delegato un socio, indi per cui il problema non si poneva. Detto questo, codesti tizi, pur avendo avuto la possibilità di riunirsi, incontrandosi sotto l’egida del Registro Italiano SLK, decidono nel fondare un nuovo club dedicato alla SLK! Nasce così SLK Squad!

Concludendo…

In tutto questo turbinio di club slk italiani, concorrenti del Registro Italiano SLK, i dubbi e le domande sono diverse, fra queste:

  • in Germania sono a conoscenza di quanto accade in Italia al registro italiano SLK? Si!
  • quale considerazione hanno di tutto quello che accade in Italia, per i club SLK ? Pessima!

Con queste due risposte, possiamo concludere che alla fine di tutto, in qualsiasi caso, gira e rigira, mentre all’estero si divertono e godono come dei ricci, in Italia c’è la corsa a creare club slk dai nomi più fantasiosi, come se fosse una gara da vincere con un premio da ottenere.

Una ulteriore domanda è, Perché questa corsa a creare club slk nuovi e non sviluppare il Registro Italiano SLK? Per business, prestigio, egocentrismo, mania di grandezza, cos’altro ancora ?

Quello che risalta a chicchessia, con un minimo di maturità, è che tutto ciò che è stato fatto o verrà svolto è comunque copiato al Registro Italiano SLK, nato nel 1994 (unico al Mondo), quindi niente di nuovo sotto il sole, salvo le sigle fantasiose che verranno create. Ed è su questo ultimo punto che ci soffermiamo per dare, ai posteri, una nota: All’estero gli slkisti sono fieri di identificarsi in un marchio prestigioso ed in un club; in Italia, invece, si preferisce aderire a club dai nomi fantasiosi piuttosto che avere una identità unica al mondo quale il Registro Italiano Mercedes SLK. Come dicevano i latini, Est modus in rebus. (C’è una misura in tutte le cose).