[Salute – Omeopatia] Come rafforzare il sistema immunitario ? Utilizziamo Astragalo ed Echinacea

Il sistema immunitario si può rafforzare in modo naturale, ad esempio, con antichi rimedi, utilizzando estratti di piante officinali come astragalo ed echinacea. L’astragalo (nome scientifico astragalus membranaceus) è una pianta appartenente alla famiglia delle leguminose e originaria della Cina settentrionale. Le sue radici fibrose sono utilizzate per realizzare infusi e brodi. La pianta è conosciuta per le sue proprietà immunostimolanti, antivirali, adattogene e disintossicanti.

In particolar modo le radici dell’astragalo contengono, tra le altre sostanze, i polisaccaridi, che rafforzano il sistema immunitario stimolando i naturali meccanismi di difesa del nostro organismo contro virus responsabili delle malattie più comuni da raffreddamento (raffreddore, tosse, febbre, influenze stagionali).

Un’altra proprietà importante dell’astragalo è quella adattogena, ovvero stimola la crescita, il metabolismo e la longevità delle cellule. Le proprietà adattogene fanno sì che l’organismo sia più tollerante allo stress e combatte stanchezza e affaticamento.

L’astragalo si trova in commercio sotto forma di capsule contenenti estratto secco oppure di tintura madre in boccette e si sconsiglia l’utilizzo in caso di: assunzione abituale di farmaci anticoagulanti e alcuni FANS, assunzione abituale di farmaci betabloccanti, sedativi e ipnotici, diabete e assunzione di prodotti naturali che alterano la glicemia.

L’echinacea (nome scientifico echinacea purpurea) è una pianta appartenente alla famiglia delle composite e originaria del continente americano. Il suo uso terapeutico è da ricondurre agli indiani dell’America settentrionale, per i quali era una pianta sacra.

L’echinacea veniva utilizzata dai nativi americani nel trattamento esterno di ferite (di qualsiasi tipo, anche morsi di serpenti e insetti velenosi) e ustioni.

L’Echinacea viene tuttora utilizzata per prevenire influenza e malattie da raffreddamento. L’echinacea può essere ancora più efficace se associata all’assunzione di vitamina C.

L’echinacea ha anche proprietà antibiotiche, antibatteriche e antifungine e, per uso esterno, è impiegata per la realizzazione di creme, pomate e lozioni per la pelle.

L’echinacea viene spesso utilizzata per creare prodotti ad uso topico per la cura della pelle e dei capelli; malattie dermatologiche di tipo cronico e recidivante come la dermatite seborroica e la psoriasi, che si manifestano con la desquamazione del cuoio capelluto e di altre zone della superficie cutanea.

L’utilizzo di questa pianta officinale è sconsigliato in caso di: allergia all’echinacea, gravidanza, e patologie croniche per le quali si è in cura con altri farmaci.

Fonte

Lascia un commento